Pagina 69 – Il male inutile

Ciao amici! Torniamo con la nostra rubrica Pagina 69, volta a scoprire autori italiani con la A maiuscola, a leggerne degli estratti e valutare se possano rientrare nelle nostre preferenze. La rubrica si basa sulla celebre frase di Marshall McLuhan, sociologo canadese, secondo cui la pagina 69 di un romanzo è l’ideale in libreria per stabilire se comprare o meno il libro, essendo un buon punto per apprezzare lo stile narrativo dell’autore. Perché non concedersi questo piacere anche sul web? E allora, senza ulteriori indugi, andiamo a scoprire Il male inutile – guerre e massacri dimenticati, un libro dal forte impatto che dovrebbe essere molto più diffuso, del reporter giornalistico Marco Lupis.

pg

linea

Da tempo lavoravo su un’inchiesta che riguardava il capitolo forse più allucinante tra le atrocità commesse dall’esercito giapponese nel corso della Seconda guerra mondiale: gli orribili esperimenti su cavie umane condotti da un’équipe di medici in diverse località della Cina occupata. Nella loro folle sete di dominio, e accecati dall’odio e dal disprezzo atavici verso i cinesi – per nulla inferiore a quello di Hitler nei confronti degli ebrei –, i giapponesi cercavano l’arma finale che avrebbe permesso loro di sterminarli tutti. Un’impresa persino più difficile della “soluzione finale” nazista, visto che i cinesi già allora erano tantissimi. Questo non sembrò fermare la feroce e fredda determinazione dei comandanti dell’esercito del Sol levante i quali, alla ricerca dello sviluppo e della messa a punto di un’arma batteriologica “finale”, diedero il via ad allucinanti sperimenti su prigionieri vivi, in maggioranza cinesi ma anche alcuni occidentali catturati nel corso delle operazioni di guerra, che riuscirono a superare in orrore quello che è sempre sembrato a noi occidentali il limite noto della depravazione pseudoscientifica: gli esperimenti del dottor Josef Mengele, l’Angelo della Morte.

linea

Marco Lupis
IL MALE INUTILE

Dal Kosovo a Timor Est, dal
Chiapas a Bali le testimonianze
di un reporter di guerra

SINOSSI

ilmaleinutileIl Male Inutile raccoglie le testimonianze di guerra di un reporter “di lungo corso”, inviato speciale e corrispondente in molte aree difficili del Pianeta, che nel frenetico flusso mediatico dell’informazione abbiamo quasi sempre già colpevolmente archiviato, anche se si collocano dietro l’angolo dell’attualità e della storia. Guerre e massacri dimenticati trovano in questo libro una nuova attualità, nello sguardo lucido ma anche compassionevole e partecipe del giornalista-testimone. Perché, come scrive Marco Lupis: «la guerra per un inviato è il momento in cui tutto diventa chiaro. Ed estremo; l’umanità, la compassione, il bene e il male, la malvagità, il dolore. In quelle situazioni i rapporti umani sono come dilatati, resi assoluti, come se venissero demoltiplicati da un ingranaggio. Un ingranaggio che si chiama Guerra. Che si tratti di un vero scontro tra eserciti, di un conflitto civile tra bande o di quella “zona di guerra” che si crea sul luogo di un attentato catastrofico, è lo stesso. È sempre guerra, è sempre morte, è sempre dolore. Assurdo, impietoso, privo di qualsiasi logica. Ma che va assolutamente raccontato».

Janine di Giovanni, autrice della prefazione, è considerata una delle più importanti inviate di guerra nel Mondo. I suoi reportage sono apparsi su “The New York Times”, “Vanity Fair”, “Newsweek” ed è autrice di sette libri. “Il giorno che vennero a prenderci” è stato eletto miglior libro dell’anno per il “New York Post” ed è stato pubblicato in 18 lingue.

BIOGRAFIA

Marco Lupis, giornalista, fotoreporter e scrittore, è stato corrispondente e inviato speciale dall’Estremo Oriente e soprattutto da Hong Kong, per le maggiori testate giornalistiche italiane (Panorama, Il Tempo, Corriere della Sera, L’Espresso e la Repubblica) e per la RAI (Mixer, Format, TG1 e TG2). Lavorando spesso in zona di guerra, è stato fra i pochi giornalisti a seguire i massacri seguiti alla dichiarazione di indipendenza a Timor Est, gli scontri sanguinosi tra cristiani e islamici nelle Molucche, la strage di Bali e l’epidemia di SARS. Con le sue corrispondenze ha coperto per oltre un decennio l’intera area Asia-Pacifico, spingendosi fino alle isole Hawaii e all’Antartide. Ha intervistato molti protagonisti della politica asiatica come Aung San Suu Kyi e Benazir Bhutto, denunciando nei suoi articoli le violazioni dei diritti umani in Asia. I suoi reportage sono stati pubblicati anche da quotidiani spagnoli e americani.

Ha pubblicato: Interviste del Secolo Breve (Ediz. del Drago, tradotto in sette lingue), ll Male inutile (Ediz. Rubbettino, prefazione di Janine di Giovanni) e i due capitoli diOriente EstremoI Cannibali di Mao (Oriente Estremo/1) e Cristo si è fermato a Shingo (Oriente Estremo/2).

SCHEDA LIBRO

Titolo: Il male inutile – guerre e massacri dimenticati
Autore: Marco Lupis sito web: https://marcolupis.com/
Editore: Rubbettino
Genere: Non fiction
Numero di pagine: 248
Data di uscita: 12 aprile 2018
Prezzi: ebook 7,99 euro, cartaceo 16,00
Link per l’acquisto (fra gli altri): cliccate qui.

PAGINE AUTORE. goodreads,  cliccate qui. amazon,  cliccate qui.

RECENSIONI e INTERVISTE: 

Maurizio Blondet

> Penne d’oriente

> Milleeunlibro

Radio Lombardia

> GEO

linea

Cosa dite, vi ispira?

Annunci

Un pensiero riguardo “Pagina 69 – Il male inutile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...